Firenze lo sai non è servita a cambiarla La cosa che ha amato di più è stata l’aria

fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza

Amor, che a nullo amato amar perdona, Mi prese del costui piacer sì forte, Che, come vedi, ancor non m'abbandona...

A Roma confluiscono tutti i peccati e tutti i vizi per esservi glorificati. Tacito

Image

Viaggio in Italia tra le musiche delle tradizioni regionali

Concerto/lezione del Trio Arama (Bologna)
Sabato 9 febbraio 2019 alle 16:00
Teatro Comico, Av. du Ritz 18 - 1950 Sion

 

Il trio ARAMA propone un viaggio tra le diverse culture musicali regionali italiane, raccontando ed evidenziando le similitudini e le diversità tra i brani del nord e quelli del sud del paese. Attraverso i testi di queste canzoni è possibile delineare una storia d’Italia popolare, riconoscere e raccontare gli usi e i costumi del popolo italiano, dal settentrione al meridione. L’incontro prevede dunque l’esecuzione di brani live della tradizione popolare intermezzati dai brevi racconti.

Immagini del incontro...

image

Il processo Galilei: implicazioni storiche, filosofiche e teologiche

Conferenza (in francese) di Domenico Collacciani
Giovedì 14 marzo 2019 alle 18:15
Médiathèque de Sion, Rue de Lausanne 45, 1950 Sion 

La conferenza tornerà sulla questione ben nota dei processi e delle condanne che hanno colpito Galilei nel 1616 e nel 1633. Si ricostruiranno brevemente le tappe dell’evento per cercare di rispondere alla domanda: perché la chiesa di Roma ha deciso di censurare lo scienziato pisano? Ripercorrendo la genesi del conflitto che questi ha instaurato con il sapere tradizionale illustreremo i motivi per cui le sue ricerche di meccanica e le osservazioni al cannocchiale abbiano potuto scuotere le coscienze dei contemporanei. Ne risulterà un’immagine vivida di un tratto fondamentale della cultura italiana, dove l’intreccio di scienza, religione e politica si mostra in tutta la sua complessità.

Biografia del conferenziere...

Immagini del incontro...

La conferenza è organizzata in collaborazione con la Société Valaisanne de Philosophie.

logo svph2

 

 

image

Cos'è l'Italia? Dall'ontologia alla politica

Conferenza di Paolo Natali
Martedì 16 aprile 2019 alle 19:15
Médiathèque de Sion, Rue de Lausanne 45, 1950 Sion 

Metternich scriveva nel 1847: “Italia è un nome geografico.” Queste parole sono più volte parse esaurire la questione: anche dopo il 1861 (e il 1946), l’Italia come entità politica ha sofferto di periodiche crisi d’identità. Non si tratta di un caso isolato. Le questioni legate all’identità collettiva, e specificamente nazionale, hanno sempre generato accesi dibattiti (almeno) in Europa, in Israele e negli Stati Uniti. Cos’è, infatti, una nazione? Nel mio intervento, presenterò alcune risposte alternative date dai filosofi a questa domanda, corrispondenti a diverse ontologie della nazione. Esse permetteranno di situare la nazione rispetto ad altre entità collettive, sociali e politiche (ad es. la famiglia, il clan, la corporazione, lo Stato, l’impero, la federazione, …) e di riflettere su certe opposizioni politiche, come quella, oggi di moda, tra nazionalisti (o ‘sovranisti’) e internazionalisti (o ‘globalisti’). Una loro applicazione al caso italiano farà inoltre emergere alcuni dei loro relativi meriti e demeriti per l’analisi socio-politica. Concluderò tentando una risposta argomentata alla difficile domanda “Che cos’è l’Italia?”

Biografia del conferenziere...

Immagini del incontro...

image

L'immigrazione italiana in Svizzera: una prospettiva europea

Conferenza della prof.ssa Stefanie Prezioso
Giovedì 19 settembre 2019 alle 18:30
Médiathèque de Sion, Rue de Lausanne 45, 1950 Sion 

L’immigrazione italiana segna da più di 120 anni il divenire della società elvetica. Dalla fine del ‘800, è stata all’avanguardia delle discussioni sulle questioni migratorie, legate alla migrazione del lavoro o a quella dell’esilio politico, in periodi di pace o in periodi di guerra. Ma l’immigrazione italiana è anche o sopratutto il percorso di uomini, di donne, il loro inserimento sul territorio elvetico, le tracce politiche e culturali che hanno lasciato et i loro rapporti reali ma anche sognati al loro paese di origine… e alla loro doppia assenza.